Advertisement

Classificazione dei radiofarmaci

Chapter
  • 405 Downloads
Part of the Imaging & Formazione book series (IMAG)

Riassunto

Il primo riconoscimento dei radiofarmaci come prodotti medicinali risale agli anni Cinquanta. È infatti nel 1948 che John E. Christian della Purdue University, Illinois, scrive: “Radioactive isotopes when used for therapeutic and diagnostic purposes are in the true sense of the word drugs and are so classified and regulated under Section 505 of the Federal Food, Drug, and Cosmetic Act” [1]. A Christian si deve la stesura e la pubblicazione delle prime monografie sui radiofarmaci comparse nella XV edizione della United States Pharmacopeia (USP) del 1955 [2].

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Bibliografia

  1. 1.
    Christian JE (1948) The applications of radioactive tracer techniques to pharmacy and pharmaceutical research. J Am Pharm Assoc Sci Ed 37:250–253CrossRefGoogle Scholar
  2. 2.
    Shaw SM, Ice RD (2000) Nuclear pharmacy, Part I: Emergence of the specialty of nuclear pharmacy. J Nucl Med Technol 28:8–11PubMedGoogle Scholar
  3. 3.
    Decreto Legislativo 24 aprile 2006, n. 219, Attuazione della direttiva 2001/83/CE (e successive direttive di modifica), relativa ad un codice comunitario concernente i medicinali per uso umanoGoogle Scholar
  4. 4.
    Decreto Legislativo 29 maggio 1991, n. 178, Recepimento delle direttive della Comunità economica europea in materia di specialità medicinaliGoogle Scholar
  5. 5.
    EudraLex — The rules governing medicinal products in the European Union. Volume 4 — EU Guide-lines for good manufacturing practices (GMP) for medicinal products for human and veterinary use http://ec.europa.eu/health/documents/eudralex/vol-4/index_en.htmGoogle Scholar
  6. 6.
    Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana, XII ed. Norme di Buona Preparazione dei Medicinali in FarmaciaGoogle Scholar
  7. 7.
    Legge 8 aprile 1998, n. 94, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 febbraio 1998, n. 23, recante disposizioni urgenti in materia di sperimentazioni cliniche in campo oncologico e altre misure in materia sanitariaGoogle Scholar
  8. 8.
    European Pharmacopoeia, 7th edn. Substances for pharmaceutical use (2034)Google Scholar
  9. 9.
    European Pharmacopoeia, 7th edn. Radiopharmaceutical Preparations (0125)Google Scholar
  10. 10.
    Draft general chapter (2011) 5.19. Compounding of radiopharmaceuticals [PA/PH/Exp. CRP/T (11) 2 ANP]. Pharmeuropa 23(4):633–638 http://www.eanm.org/upload/event_files/PhEu234E.PDFGoogle Scholar
  11. 11.
    Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana, XII ed. Norme di Buona Preparazione dei Radiofarmaci per Medicina NucleareGoogle Scholar
  12. 12.
    Decreto del Ministro della Sanità 11 febbraio 1997 Modalità di importazione di specialità medicinali registrate all’esteroGoogle Scholar
  13. 13.
    Decreto Legislativo 6 novembre 2007, n. 200, Attuazione della direttiva 2005/28/CE recante principi e linee guida dettagliate per la buona pratica clinica relativa ai medicinali in fase di sperimentazione a uso umano, nonché requisiti per l’autorizzazione alla fabbricazione o importazione di tali medicinaliGoogle Scholar
  14. 14.
    Decreto del Ministro della Salute 17 Dicembre 2004 Prescrizioni e condizioni di carattere generale, relative all’esecuzione delle sperimentazioni cliniche dei medicinali, con particolare riferimento a quelle ai fini del miglioramento della pratica clinica, quale parte integrante dell’assistenza sanitariaGoogle Scholar
  15. 15.
    European Pharmacopoeia, 7th edn. Fludeoxyglucose (18F) injection (1325)Google Scholar
  16. 16.
    Decreto del Ministro della Salute 19 novembre 2003 Attività di preparazione del radiofarmacoGoogle Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2013

Authors and Affiliations

There are no affiliations available

Personalised recommendations