Advertisement

La caratterizzazione matematica del rumore

  • Giovanni Vittorio Pallottino
Chapter
  • 253 Downloads
Part of the UNITEXT book series (UNITEXT)

Riassunto

A differenza dei segnali deterministici usuali, è evidentemente impossibile descrivere analiticamente l’andamento temporale del rumore, per la sua natura casuale, mediante funzioni del tempo. Il rumore, tuttavia, possiede certamente delle proprietà statistiche, ed è su queste che si basa la sua descrizione matematica, utilizzando la teoria dei processi stocastici.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 9.
    Dato che il coefficiente di correlazione è usato spesso nell’analisi dei dati è opportuno ricordare come tale grandezza rappresenti semplicemente il grado di similarità delle variazioni nel tempo di due processi. Senza tuttavia in alcun modo implicare relazioni causali di dipendenza dell’uno dall’altro. Un esempio di possibile fraintendimento a tale proposito riguarda l’interpretazione della fortissima correlazione fra la diffusione dei calcolatori personali e quella dell’AIDS (R. Vacca, Anche tu matematico, Garzanti, 1989).Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2011

Authors and Affiliations

  • Giovanni Vittorio Pallottino
    • 1
  1. 1.Dipartimento di FisicaUniversità di Roma La SapienzaItaly

Personalised recommendations