Advertisement

Non scindibilità del mondo microscopico e di quello reale

  • Davide Schiffer
Part of the I blu book series (BLU)

Riassunto

Esiste un tumore che si chiama linfoma di Burkitt che si caratterizza per l’alto numero di nuclei ammassati a mosaico con dei piccoli buchi chiari formati da macrofagi con il citoplasma vacuolato. Il blu-viola diffuso dei nuclei interrotto da piccoli spazi rotondi e chiari rassomiglia a un cielo stellato e questo aspetto è stato in effetti denominato Starry sky (Fig. 46). Strano contrasto fra l’orrenda malignità del tumore e la celestiale denominazione. Non so come questa sia nata, ma immagino come l’aspetto istologico del tumore abbia evocato nell’osservatore l’immagine mentale del cielo stellato che doveva essere pronta a disposizione nella sua mente, sospinta da qualche supporto della sua memoria. Eppure l’accostamento mi sembra molto pertinente, soprattutto quando è la visione di un cielo stellato che evoca l’immagine istologica del tumore. Mi trovavo a Salt Lake City per un congresso e una sera ci fu una gita sulle Montagne Rocciose, a tremila metri d’altezza, in teleferica. Passammo dall’inquinamento luminoso della città alla più pura visione di un cielo stellato che mozzava il fiato. Non riuscii a impedire che l’immagine istologica del Burkitt si affacciasse alla mia mente. Era una figura poetica alla rovescia.
Fig. 46

A linfoma di Burkitt; B cielo stellato

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 2.
    Heisenberg W. Fisica e filosofia, Il Saggiatore, Milano, 1982.Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2011

Authors and Affiliations

  • Davide Schiffer
    • 1
  1. 1.Dipartimento di Neuro-oncologiaUniversità di TorinoItaly

Personalised recommendations