Advertisement

La base iponoica dell’interpretazione. Il mondo microscopico per gli altri

  • Davide Schiffer
Part of the I blu book series (BLU)

Riassunto

La conoscenza del mondo microscopico della biologia in genere non rientra nella cultura generale della gente. Nonostante dai media giungano spesso immagini, non si possiede di solito l’idea di come possa essere l’aspetto delle cose biologiche ingrandite mille volte e quindi è difficile che questo mondo possa essere immaginato.Almeno non menodi come la gente si immagina l’atomo in confronto a un oggetto nel campo del visibile.Se si mette al microscopio un profano, difficilmente riconoscerà oggetti nel campo, a meno che non abbia sufficiente sagacia e soprattutto possegga immagini mentali adeguate,magari di origine scolastica o libresca. Di primo acchito rimarrà meravigliato, sorpreso e affascinato dalle forme e dai colori e farà fatica a orientarsi negli ordini di grandezza, come successe a me la prima volta che misi un occhio sull’oculare di un microscopio. Se venisse obbligato a esprimere un giudizio, la sua impressione sul campo dovrebbe fare ricorso a quel crogiuolo fluttuante che è la sua memoria a lungo termine con tutti i meccanismi iponoici e ipobulici associati. Sarà un po’come trovarsi di fronte a un quadro astratto o non figurativo ed essere invitato a esprimersi su che cos’è,tenendo conto che guardando nel microscopio sa di trovarsi di fronte a una realtà naturale, mentre guardando un quadro non potrà fare a meno di pensare che è un artefatto e che qualcuno l’ha dipinto. Il profano ovviamente ignorerà tutto il ragionamento, abbozzato nella parte iniziale del libro, sulla “realtà” di quanto si vede al microscopio. Il particolare rapporto che si crea fra il profano che osserva e la realtà osservata è invece conosciuto molto bene dai pittori o artisti moderni che mirano a colpire la sfera emotiva dello spettatore, anche utilizzando realtà naturali e anche non nascondendo la loro origine a chi guarda.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 1.
    Klee P. Teoria della forma e della figurazione, Feltrinelli, Milano, 1984.Google Scholar
  2. 2.
    Kandinsky W. Punto linea superficie, Adelphi, Milano, 1968.Google Scholar
  3. 4.
    Volk-Orlowski B. Bausteine des Bewussteins — Kunstwerke der Natur. Eine Annäherung.Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2011

Authors and Affiliations

  • Davide Schiffer
    • 1
  1. 1.Dipartimento di Neuro-oncologiaUniversità di TorinoItaly

Personalised recommendations