Advertisement

Le scienze ancillari

  • Davide Schiffer
Part of the I blu book series (BLU)

Riassunto

La patologia si è continuamente evoluta a partire da Virchow nella metà del XIX secolo. L’invenzione del microscopio, avvenuta un secolo prima, ha consentito l’esplorazione della realtà biologica ben al di là delle possibilità dell’occhio umano consentendo l’esplorazione a livello cellulare,che ha cominciato a dare frutti proprio in quell’epoca. Come ho già detto, per una sempre migliore osservazione il materiale da esaminare è stato progressivamente elaborato in modo sempre più complesso per poter essere studiato al microscopio e giungere a noi sotto forma di percezione visiva.Questa ovviamente è rimasta la stessa, ma la qualità e quantità delle immagini sono fortemente migliorate nel tempo. Alla classica istologia a un certo punto si sono aggiunte la chimica, poi l’istochimica, l’istoenzimologia, l’immunoistochimica, senza contare la microscopia elettronica, l’osservazione in fluorescenza e molte altre tecnicalità che includono per esempio il cell sorting, il miglioramento delle colture in vitro fino all’analisi molecolare della cellula singola con tecniche laser. Si è scesi a livelli di ingrandimento impensabili fino a qualche decennio fa con la microscopia elettronica e fino all’uso del microscopio a scansione. Anche il microscopio ottico ha subito una profonda evoluzione fino agli attuali sofisticati microscopi polifunzionali.Rimane però incontrovertibile che la via finale dell’introito dell’informazione è rimasta la percezione visiva. I progressi tecnici verificatisi nei vari campi l’hanno arricchita e affinata, ma contemporaneamente hanno anche profondamente modificato il vissuto specifico che gioca un ruolo fondamentale nell’interpretazione finale.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 1.
    Pearse AGE. Histochemistry. Theoretical and applied, Churchill Livingstone, Edimburgo, 1960.Google Scholar
  2. 2.
    Barka T, Anderson PJ. Histochemistry. Theory, Practice and Bibliography, Herper&Row, New York, 1965.Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2011

Authors and Affiliations

  • Davide Schiffer
    • 1
  1. 1.Dipartimento di Neuro-oncologiaUniversità di TorinoItaly

Personalised recommendations