Advertisement

La psicologia del Cyberspazio

  • Antonio Teti
Part of the I blu book series (BLU)

Riassunto

La psicologia del cyberspazio può essere considerata come lo studio degli aspetti psicologici che simanifestano negli ambienti creati dai computer e dalla Rete. Settore senza dubbio in continua evoluzione, si basa sull’analisi, lo studio e l’identificazione d nuovi comportamenti psichici generati dall’utilizzo degli strumenti informatici. Quindi la cyberpsicologia (ulteriore termine che identifica questo settore di ricerca) focalizza la sua attenzione sulla psiche dell’uomo, sullemodificazioni comportamentali prodotte dall’utilizzo di Internet e dagli atteggiamenti adottati nel cyberspazio.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Riferimento

  1. 1.
    Wilfred Ruprecht Bion (1897–1979). Psicoanalista britannico e ricercatore nel settore della ricerca psicoanalitica, fu l’artefice di rilevanti lavori scientifici sulla teoria psicodinamica della personalità, che condussero alla creazione del filone “bioniano” della moderna psicoanalisi.Google Scholar
  2. 2.
    John Suler’s The Psychology of Cyberspace, http://www-usr.rider.edu/~suler/psycyber/showdown.html.Google Scholar
  3. 4.
    Resnik, S. (1985) “La visibilità de l’inconscient”, Rev. Psychothér. Psychanal. Groupe, nn. 1–2; Resnik, S. (1986) L’esperienza psicotica, Boringhieri, Torino.Google Scholar
  4. 5.
    Famoso sociologo e scrittore francese nato a Reims, nel 1929.Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2011

Authors and Affiliations

  • Antonio Teti
    • 1
  1. 1.Responsabile del supporto tecnico informatico della Direzione Generale ICTS — Information and Communications Technology ServiceUniversità “G. D’Annunzio” di Chieti-PescaraPescaraItaly

Personalised recommendations