Advertisement

Il recettore AT1: la distribuzione e gli effetti

Estratto

Gli studi di legame condotti con gli antagonisti non peptidici e, più recentemente, la autoradiografia in vitro e le tecniche immunoistochimiche, hanno dimostrato che i recettori AT1 sono ampiamente distribuiti nell’organismo sia dell’uomo che di diverse specie animali (primati, cani, bovini, roditori, pesci, serpenti) e sono particolarmente numerosi in quegli organi dai quali dipendono l’omeostasi cardiocircolatoria e quella idrico-elettrolitica (Nishimura 2004). In alcuni di questi organi, sono espressi da soli (vasi, polmoni, fegato, apparato gastroenterico, vescica e placenta), in altri (cervello, cuore, arterie renali, surreni), sono presenti insieme ai recettori AT2 (Zhuo e coll. 1998) (Fig. 9).

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2007

Personalised recommendations