Sintesi attuale sui «complessi epato-splenici» — 35 anni dopo Eppinger

  • Enrico Greppi

Riassunto

In confronto con le «Malattie epato-lienali» del classico libro di Eppinger, l’esperienza e le conoscenze attuali possono cosi sintetizzarsi:
  1. 1)

    nel campo delle sindromi emolitiche, pur confermando il significato del Reticolo-endotelio come strumento di eritrofagia ed eritrolisi, con la milza come sede quantitativa spesso dominante secondo la prima idea di Banti, il complesso degli itteri atipici con aumento della resistenza globulare (tipo Greppi Rietti) ha preso ampio sviluppo come «anemia mediterranea». In questo senso ha preso nuova importanza la sofferenza morfo-funzionale del midollo come «deviazione» primitiva ereditaria, rispetto alla quale il fattore splenico è associato: tuttavia la splenectomia, operata oggigiorno in limiti minimi di rischio, merita forse nuova attenzione pratica anche contro i segni di infantilismo psicosomatico nei medesimi soggetti (osservazioni in atto di Greppi e R. Di Guglielmo)

     
  2. 2)

    I complessi misti iperplastico-emolitici del Reticolo endotelio splenoepatico offrono oggi minor frequenza ed interesse che nel passato, quando letteratura e pratica di affaccendavano intorno alla sindrome di Eppinger-Cesa Bianchi, alle cirrosi ipertrofiche tipo Hanot, più in genere ai quadri di Epatocolangite cronica splenomegalica itterogena descritti da Greppi, da Melli ecc. (ittero misto, colangico ed emolitico). La sindrome di Eppinger-Cesa Bianchi si riferisce anche a quadri ascitogeni, sulla falsariga delle vecchie cirrosi epatiche ipertrofiche e perciò più vicino alle spleno-epatiti croniche produttive o sclerotiche.

     

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Copyright information

© Springer-Verlag Berlin Heidelberg 1956

Authors and Affiliations

  • Enrico Greppi
    • 1
  1. 1.FirenzeItalia

Personalised recommendations