Advertisement

Sulle proprietà proiettive delle deformazioni infinitesime di una superficie in sè

  • Enea Bortolotti
Article

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 1).
    Ved. spec.Bompiani,Proprietà generali della rappresentazione puntuale fra due superficie [Annali di Matematica pura ed applicata, ser. IV, t. I (1923–24), pp. 250–284], oppure l’Appendice II dellaGeometria Proiettiva Differenziale di Fubini eČech (Zanichelli, 1926–27), p. 720 e seg. Citerò d’ora innanzi con B. e. G. P. D., rispettivamente, queste due opere.Google Scholar
  2. 3).
    che indicherò con la notazione diRicci,Sulla derivazione covariante ad una forma quadratica differenziale [Rendiconti Accad. Lincei, ser. IV, t. 3, 2o sem. 1887, pp. 15–18]MATHGoogle Scholar
  3. 5).
    cfr.J. A. Schouten,Der Ricci-Kalkül (Berlin, Springer 1924), p. 209.CrossRefMATHGoogle Scholar
  4. 6).
    Ved. per es.G. Ricci,Sui gruppi continui di movimenti in una varietà qualunque a tre dimensioni [Memorie della Società Italiana delle Scienze, ser. 3a, t. XII. (1899), pp. 69–92], p. 78;D. J. Struik Grundzüge der mehrdimensionalen Differentialgeometrie (Berlin, Springer 1922), p. 155.Google Scholar
  5. 8).
    Ved.L. Bianchi,Lezioni sulla teoria dei gruppi finiti continui di trasformazioni (Pisa, Spoerri 1918), p. 499.MATHGoogle Scholar
  6. 9).
    Cfr.W. Blaschke,Vorlesungen über Differentialgeometrie, II,Affine Differentialgeometrie (Berlin, Springer 1923), § 65 (diL. Berwald), p. 169.Google Scholar

Copyright information

© Springer 1930

Authors and Affiliations

  • Enea Bortolotti
    • 1
  1. 1.Bologna

Personalised recommendations