Advertisement

Il Nuovo Cimento (1895-1900)

, Volume 2, Issue 1, pp 347–356 | Cite as

Intorno alla proposta di impiegare l'anilina nelle misure calorimetriche

  • A. Bartoli
Article

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

References

  1. 1).
    E. H. Griffiths. On the influence of Temperature on the specific Heat of Aniline: Philosophical magazine, January 1895, N. 236, Vol. 39, pag. 47.CrossRefGoogle Scholar
  2. 2).
    —— Philosophical magazine; Novembre 1895, N. 236, Vol. 39, pag. 447 (in nota).Google Scholar
  3. 3).
    L'anilina all'aria anuerisce, chiara prova che essa subisce delle alterazioni: questo fatto (notato anche dal chiaro sig. Griffiths, si osserva costantemente. Il Gerhardt, nel 1854 scriveva nel suo insigne, Trattato di Chimica organica (Parigi 1854). „Le contact de l'air la jaunit et finit par la résinifier”.Google Scholar
  4. 1).
    Bartoli. Intorno all'uso del metodo del raffreddamento nella misura delle quantità di calore;Nuoro Cimento, Pisa, fascicolo di Settembre 1895.Google Scholar
  5. 1).
    I valori di Ct sono presi dalla memoria Bartoli e Stracciati, “Sul calore specifico dell'acqua riferito al termometro a idrogeno”Nuovo Cimento, Pisa 1893; eRend. del R. Istituto Lombardo. Milano, 1893.Google Scholar
  6. 2).
    Bartoli e Stracciati. Nuove misure del calore specifico del mercurio fra 00 e 300; Nuovo Cimento, fascicolo di Maggio 1895 e Gazzetta Chimica. Palermo 1835.Google Scholar
  7. 1).
    Le palline di stagno paro erano una parte di quelle impiegate nelle misure del calore specifico dell'acqua, il loro calore specifico 0,055 55 fu dedotto da un numero grandissimo di misure concordanti: vedasi Rendionti del Regio Istituto Lombardo, Vol. XXVIII, 1895; Bartoli e Stracciati, sul calore specifico di alcuni metalli.Google Scholar
  8. 1).
    Compara Landolt und Börnstein. Physikalisch. chem. tabellen; Berlin 1894.Google Scholar
  9. 1).
    Compara Beilstein. Handbuch der organischen chemie; Bd. III, e così pure Schutzenberger. Traité de chimie genérale T. V, p. 375.Google Scholar
  10. 1).
    È però da notare che anche l'anilina esposta all'aria asciutta perde continuamente di peso mentre si colora prima in roseo, poscia in bruno, e lascia in fine una sostanza resinosa.Google Scholar

Copyright information

© Società Italiana di Fisica 1895

Authors and Affiliations

  • A. Bartoli
    • 1
  1. 1.Università di PaviaPariaItalien

Personalised recommendations