Springer Nature is making SARS-CoV-2 and COVID-19 research free. View research | View latest news | Sign up for updates

Esperienze di spettroscopia nelle fiamme in rapporto coi potenziali di ionizzazione

  • 10 Accesses

  • 3 Citations

Sunto

Si descrivono alcune esperienze sulle flamme, che mostrano come in queste sorgenti sieno ancor più notevoli che negli archi quei fenomeni di inibizione e di esaltazione di righe spettroscopiche, già studiati nell’arco dal primo degli AA. Si mostra poi come questi risultati debbano connettersi coi potenziali di jonizzazione degli elementi in esame, e talora anche coi potenziali di eccitazione delle singole righe.

Con un opportuno artificio sperimentale si riescono a sceverare, infine, l’una dall’altra, le varie zone della fiamma.

This is a preview of subscription content, log in to check access.

References

  1. (1)

    M. Pierucci, « Nuovo Cimento »,6, 41, 1920.

  2. (2)

    M. Pierucci, « Nuovo Cimento »,6, 416, 1929.

  3. (1)

    Potenziali di ionizzazione:Mg 7, 62;Ca 6,08;Sr 5,67;Li 5,37;Ba 5, 19;Na 5,12;K 4,32.

  4. (2)

    « Ztschr. f. Phys. Chemie »,57, 641, 1907.

Download references

Author information

Correspondence to Mariano Pierucci.

Rights and permissions

Reprints and Permissions

About this article

Cite this article

Pierucci, M., Silva, L.B. Esperienze di spettroscopia nelle fiamme in rapporto coi potenziali di ionizzazione. Nuovo Cim 12, 269–272 (1935). https://doi.org/10.1007/BF02961196

Download citation