Springer Nature is making SARS-CoV-2 and COVID-19 research free. View research | View latest news | Sign up for updates

Dell’ influenza delle radiazioni diurne Sull’ attrito che incontra un mobile nell’ aria

  • 13 Accesses

This is a preview of subscription content, log in to check access.

Riassunto

  1. Il fenomeno osservato dal Christie si verifica in fatto ma non ha alcuna relazione col magnetismo.

  2. Non lo si può spiegare col riscaldamento dell’ aria ambiente, in cui avvengono le oscillazioni, perchè l’effetto di questo riscaldamento è trascurabile rispetto ad esso.

  3. Le correnti d’aria dovute al riscaldamento prodotto dai raggi solari non sono causa del fenomeno. La spiegazione del Baumgartner è dunque erronea.

  4. Il fenomeno va attribuito all’ effetto prodotto dalle radiazioni sullo strato d’aria aderente alia superficie dei corpi oscillanti e sugli strati d’ aria immediatamente vicini.

Download references

Rights and permissions

Reprints and Permissions

About this article

Cite this article

Naccari, A. Dell’ influenza delle radiazioni diurne Sull’ attrito che incontra un mobile nell’ aria. Nuovo Cim 3, 284–294 (1912). https://doi.org/10.1007/BF02957453

Download citation